Daniele Ventura, piccolo imprenditore di Palermo che ha denunciato la mafia che gli chiedeva il pizzo, racconta come è stato abbandonato dallo Stato. Ora sopravvive con lavori occasionali.

La lettera choc: ‘Ho denunciato i mafiosi e li ho fatti condannare. Ma ora non ho più nulla e lo Stato mi ha abbandonato’

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"