Il marito di Alma Shalabayeva, l’oligarca e oppositore del regime del Kazakistan Mukhtar Ablyazov, nell’intervista a Paolo Mondani per “Report” tira in ballo anche l’Eni per il sequestro della moglie e della figlia avvenuto in Italia il 31 maggio 2013.

Ablyazov dichiara, nel corso dell’intervista, di sapere che “importanti politici italiani hanno interessi economici personali con il regime kazako. Narzabaev li aiuta e loro aiutano Nazarbaev, conosco bene i suoi metodi corruttivi. Eni, Shell, Chevron, ExxonMobil e le compagnie cinesi non hanno affari trasparenti in Kazakistan. Questo può avvenire senza dare qualcosa in cambio?”.

Guarda il video http://www.report.rai.it/dl/Report/extra/ContentItem-efda5ed1-f88c-4d13-9635-4dc6d27a48bb.html